Mixed flowing gases testing (MFG) è un tipo di test ambientale su componenti da effettuare in laboratorio. Il test valuta la resistenza alla corrosione causata dall’inquinamento atmosferico, aspetto importante per i componenti elettrici ed elettronici (schede elettroniche, motori elettrici, connettori, contatti, etc.).

Il Mixed Flowing Gases testing (MFG) controlla i principali parametri come la temperatura (°C), l’umidità relativa (%RH) attraverso una camera climatica, la concentrazione di inquinanti gassosi (in parti per miliardo, ppb o ppm) e altre variabili critiche (come il tasso di cambio del volume e la portata del flusso d’aria) sono attentamente definiti, monitorati e controllati.

Lo scopo di questo test è simulare il fenomeno della corrosione causata dall’inquinamento atmosferico.

L’oggetto è sottoposto ad una miscela di gas come cloro, acido solfidrico, biossido di azoto e anidride solforosa con concentrazioni dell’ordine di parti per miliardo.

Questo test è solitamente applicato a componenti come motori elettrici, prodotti completi, connettori elettrici, schede elettroniche, oppure metallo nudo. Il test fornisce informazioni al Quality Manager sulla resistenza del componente all’inquinamento, definendone anche la durata , intervallo dei controlli e vita del componente.

Il test MFG è ampiamente accettato ed indicato come metodo di qualifica dei connettori placcati in metallo nobile.

Pontlab sottopone i campioni al test secondo norme IEC 60068-2-60 (flowing mixed gas corrosion test) e DIN 40046-37 o su specifiche del Cliente.

I test vengono eseguiti in camera climatica appositamente equipaggiata con un sistema per l’introduzione simultanea e il dosaggio di differenti gas corrosivi (H₂S, NO₂, Cl₂ , SO₂) all’interno del vano di prova.