Banco Prova Freni

Il banco prova freni ha lo scopo di misurare il coefficiente di attrito degli elementi frenanti secondo i vigenti regolamenti.

Il banco è progettato e realizzato per la conduzione di test sui freni dei veicoli di categoria M1, M2, N1, O1, O2 e L conformemente alle indicazioni del Regolamento n.90 della normativa E/ECE/324 REV1 ADD.89 rev3.

Il test serve per valutare le caratteristiche degli organi frenanti in condizioni dinamiche per determinare il coefficiente di attrito.

La prova può essere eseguita sia per sistemi con freno a disco (pasticche) sia per sistemi con freni a tamburo (ganasce).

L’apparecchiatura è costruita per effettuare test applicando una pressione o coppia costante alla pinza freno e applicando cicli di prova programmabili. I test vengono eseguiti in accordo alle specifiche previste dal regolamento E/ECE/324 REV1 ADD.89 rev3

Il banco è progettato allo scopo di poter installare il sistema frenante esattamente nelle stesse condizioni operative presenti a bordo dei veicoli, prevedendo per ciascun modello i materiali di consumo (pasticche, olio) indicati dal costruttore.

La pinza lavora sul disco portato in rotazione sul banco che controlla il numero di giri, la pressione nel circuito olio e la coppia applicata, acquisendo continuamente i valori.

Le principali caratteristiche tecniche del banco sono:

– Giri nominali albero 660 /min. costanti

– Coppia max. al mandrino di prova ai giri nominali: 600 Nm

– Potenza Motore elettrico 4 poli 55 Kw

– Sistema di ventilazione del sistema frenante con portata pari a 600 m3/h

– Controllo in coppia o pressione a seconda del campione in prova.

– Software di gestione automatica della prova con controllo e sistema di comunicazione remoto

 

Oltre al banco prova dedicato ai sistemi frenanti, possiamo testare il singolo cerchio a flessione rotante, oppure il sistema cerchi/pneumatico attraverso il banco per carico radiale.

 

 

Banco prova freni

 

Banco prova freni

 

Banco prova freni